21 Giu

Le ultime novità del web sulle camere 360° 

Fonte Fastweb

telecamere a 360°

SMARTPHONE & GADGET

Al fianco dei visori VR, sul mercato compaiono sempre più videocamere 360 gradi per creare contenuti multimediali per la realtà virtuale

Se ne trovano a decine ormai, per tutte le necessità e tutte le tasche. Troviamo quelli da poche decine di euro, come il Google Carboard; quelli di fascia media come il Samsung Gear VR, che fanno affidamento alla potenza di calcolo degli smartphone per “disegnare” un mondo virtuale solo per i nostri occhi; ci sono quelli di fascia medio-alta, come l’Oculus Rift o lo HTC Vive, che richiedono l’esborso di alcune centinaia di euro. Il mercato dei visori VR è in continua espansione e l’offerta cresce giorno dopo giorno (o quasi).

Ciò fa crescere, di pari passo, la domanda per video 360° e videogames VR per la realtà virtuale. E, nemmeno a dirlo, non è necessario essere un professionista o un programmatore per produrre contenuti riproducibili con il proprio visore: bastaacquistare una telecamera 360° per vestire i panni del producer e rilasciare video 360° o foto 360° realizzate da sé.

Anche in questo caso, il mercato offre diverse opzioni: sarà necessario valutare al meglio le proprie necessità e possibilità di spesa prima di programmare l’acquisto di una telecamera 360°. Conoscendo le caratteristiche fotocamere 360° in commercio se ne potranno valutare le potenzialità, i punti di forza e i punti deboli. Si potrà avere un’idea più completa, insomma, di ciò che offre il mercato e comprare la telecamera 360° perfetta.

360Fly

 

Ideata nei laboratori della Carnegie Mellon University (Stati Uniti), 360Fly è unaaction cam in grado di girare video 360 gradi. Grande poco meno di una pallina da tennis, è dotata di connettività Wi-Fi e Bluetooth, così da poter essere controllata da smartphone grazie all’applicazione dedicata. Grazie al singolo obiettivo di cui è dotata registra filmati con risoluzione 1504×1504 pixel a 30 frame al secondo, mentre la batteria assicura fino a 2 ore di autonomia. Impermeabile, può essere immersa fino a una profondità di 35 metri circa.

Panono

 

Si può lanciare per aria e attendere che i sensori interni facciano il “lavoro sporco”; tenerla in mano e scattare foto come se si avesse a che fare con una normale fotocamera digitale; poggiarla su un treppiede e sfruttare la connettività Wi-Fi per controllarla dallo smartphone; utilizzare una sorta di selfie stick per foto 360 gradi con tanto di autoscatto. Questi i quattro modi per utilizzare Panono, fotocamera sferica dal diametro di circa 11 centimetri e dal peso di 500 grammi. Dotata di 36 obiettivi, realizza foto panoramiche con risoluzione da 108 megapixel: immagini che saranno archiviate nella memoria interna di 16 gigabyte, sufficienti a ospitare fino a 600 scatti.

Bublcam

Quattro obiettivo con angolo di visuale da 190 gradi e sensori fotografici da 5 megapixel. Questi alcuni dati della Bublcam, videocamera 360 gradi finanziata grazie ai contributi della community di Kickstarter. La configurazione hardware consente di avere un range sferico del 100%: la risoluzione arriva fino a 2688×1344 pixel a 15 fps. Grazie alla connettività Wi-Fi Bublcam può essere sincronizzata e controllata direttamente dallo smartphone, mentre le immagini saranno registrate su scheda microSD esterna.

Nikon KeyMission

 

Impermeabile fino a 30 metri di profondità, resistente alla polvere e a cadute da 2 metri di altezza, la Nikon KeyMission è la telecamera 360° progettata e realizzata dal gigante giapponese della fotografia. Dotata di stabilizzatore elettronico d’immagine, registra video 360 in ultra alta definizione (4K) e offre connettività Wi-Fi, NFC, Bluetooth. I video potranno essere salvati direttamente su scheda SD.

Ricoh Theta S

 

Simile a un telecomando per forma e dimensioni, Ricoh Theta S è una videocamera per realtà virtuale estremamente leggera (meno di 100 grammi) e dotata di due obiettivo con angolo di visuale da 180 gradi ognuno. La memoria interna da 8 gigabyte può ospitare fino a 25 minuti di video 360 registrati in FullHD (risoluzione 1920×1080). Grazie alla connettività Wi-Fi si può sincronizzare con lo smartphone e avviare dirette streaming video 360 oppure controllare dal display del proprio telefonino le inquadrature e la qualità delle registrazioni.

Samsung Gear 360

Grande poco più di 6 centimetri di diametro e pesante 150 grammi (batteria inclusa), la Samsung Gear 360 è una videocamera 360 gradi dotata di doppio obiettivo fisheye (frontale e posteriore) capace di girare filmati 4K (risoluzione 3840×1920 pixel a 30 fps), mentre le foto possono raggiungere la risoluzione di 30 megapixel. Compatibile con Google Street View (le foto sferiche possono essere caricate direttamente nel servizio di cartografia digitale di Big G), è dotata di sensori Bluetooth e Wi-Fi per connettersi con cellulari compatibili.

V.360

Progettata e realizzata per gli amanti dello sport (anche estremo), V.360 è una videocamera per realtà virtuale impermeabile (resiste per 30 minuti a una profondità di 1 metro circa), resistente alla polvere, agli urti e alle cadute. Grazie ai vari obiettivi montati può girare video 360 in FullHD (risoluzione 1920×1080), mentre i vari sensori di cui è dotata (giroscopio, altimetro e accelerometro tra gli altri) consentono di attivarla automaticamente (in alternativa, può essere controllata via smartphone grazie alla connettività Wi-Fi). La registrazione audio è affidata a una coppia di microfoni, capaci di garantire l’effetto stereo, mentre i video 360° possono essere archiviati su scheda SD fino a 128 gigabyte.

Giroptic (360cam)

La forma ovoidale non deve trarre in inganno: Giroptic (360cam) è una delle prime videocamere 360 gradi capace di girare video in FullHD (risoluzione 1920×1080 pixel). I tre obiettivi montati nella parte alta del dispositivo garantiscono un angolo di visuale di 360°x300°, mentre il giroscopio permette di stabilizzare le riprese in movimento. Il sensore GPS interno consente di geolocalizzare tutti i contenuti creati per la realtà virtuale, mentre i 3 microfoni permettono di registrare audio con tecnologia Surround.

GoPro Odyssey

Realizzata in collaborazione con Google, GoPro Odissey è la soluzione ideata dallacasa statunitense leader del settore delle action cam per il mondo dei contenuti multimediali per la realtà virtuale. Si tratta, di fatto, di un anello di 30 centimetri di diametro con 16 alloggiamenti per GoPro Hero 4 Black e accessori vari. Questa dotazione tecnologica consente di fare video 360 in 8K con flusso di registrazione di 600 megabit al secondo e registrare 16 differenti canali audio. Grazie al software sviluppato ad hoc sarà possibile sincronizzare, utilizzare e gestire tutte le GoPro montate nell’Odyssey come se fossero un’unica fotocamera.

Nokia Ozo 

Dedicata ai professionisti del settore (costa circa 50mila euro), Nokia Ozo è tra le prime telecamere 360 gradi a essere sbarcata sul mercato. Di forma sferica e dotata di 8 obiettivi disposti su tre file differenti (ogni sensore ha un angolo di visuale di 195 gardi), può registrare tutto ciò che le accade attorno e salvarlo all’interno dell’hard disk da 500 gigabyte incluso nella “palla”. Se la registrazione dei video 360 è affidata alle otto telecamere, l’audio è affidato alle cure di 8 microfoni. La connettività Wi-Fi, infine, è utilizzata per controllare le riprese da computer Mac compatibile.

 

Leave a Reply